13 Giugno 2004

Inaugurazione della targa a "Rosa" , emigrante Cuggionese in America 1866-1943

 

Rsa

Rsa la ma prla daa s vita,

daa mama Lena e da Cgin

e in di s ragordi ul mundu dalua al rivivi

in dul bl libar ca la descrivi.

 

A l nas in n luntan, quandu

a gha anm u ecu daa batia da Magenta,

e prtropu a miseria a la regina

daa nsta pupulasiun cuntadina.

 

E i giuan ps ardimentus

in sugnean dand in Merica

du par tti a gha lau e pan

e migrean par chi tr l luntan.

 

E anca Rsa, malamenti spusaa e a dasdotn,

a l pasaa dul Tisin al Missouri,

da i verdi riivi dul s fim italian

a chi dul gran fim merican.

 

Lava gi lauaa tantu

anm da tusa in di filandi

e a San Louis e a Chicago l vis aventr

da dna curagiusa, tra vicendi dr.

 

Una dna, una mama, uneruina

tign s da una fedi genina

a l u imagin daa Rsa in di s racunti,

vicenti in daa lta cuntuna vita sensa scnti.

 

Al pr ca te vis in un rumansu o Rsa,

sempar triblaa da tusa e da spusa,

ma te gha in atu ul t cartar giuvil

e te se sti bna da perdun a chi t vur ml.

 

Grsia Rsa daa t presiusa testimuniansa,

di bi ragordi ca te lasaa aa t tra.

Un fiur a vurariu meti s a t tumba mericna,

un fiur di pin, daa t Cgin luntna.

Ciu Rsa.

 

Alessandro Ruggeri

Arconate - maggio 2004

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Siamo qui per Rosa,

per ricordare questa trovatella, questa "figlia di
nessuno" diventata figlia, sorella, madre, nonna di tutti noi.

 

Una donna che
ci insegna che al di l del denaro, al di l del potere, c' qualcosa di pi
e di meglio che la solidariet. 

 

Solidariet come quella che Rosa trov a
Chicago nella casa di accoglienza che la ospit per 40 anni.

Cosa ci insegna ancora Rosa?

 

Ci insegna l'importanza della dignit, il saper alzare la
fronte anche davanti alle peggiori avversit, e anche davanti ai potenti imparare a "non avere paura". 

Grazie Rosa, bentornata a casa".